fbpx

Lui è
Eli

famiglia

Lui è Eli. Vive a New Tazewell, negli Stati Uniti. Ha 7 anni. È dicembre. Cena con i genitori, gioca ai videogiochi con i fratellini, arriva l’ora di andare a letto. Mamma e papà gli danno la buona notte e spengono la luce. Passa qualche ora. Eli si sveglia. Annusa l’aria, c’è uno strano odore. Si alza, esce dalla stanza. Il corridoio è invaso dal fumo. Mamma! I genitori accorrono. La loro casa sta andando a fuoco. La madre afferra la mano di Eli, il padre si precipita nella cameretta dell’altro figlio, lo prende in braccio. Le fiamme aumentano, Eli tossisce, fa caldo, ha paura. Sente la sorellina più piccola piangere nella culla. Il padre sta cercando di salvarla, ma le fiamme sono troppo alte, non riesce a entrare nella stanza. Eli e i genitori si precipitano in giardino. Aiuto, la mia bambina! La madre ha le mani tra i capelli, piange disperata. Ill padre fa il giro della casa, Eli lo segue. Sono sotto la finestra della piccola. Potrebbe entrare da lì, ma la parete è liscia, non c’è niente a cui aggrapparsi. Papà prendimi in braccio e sollevami. Vado io! L’uomo scuote la testa. No, è troppo pericoloso. Eli non arretra di un centimetro. Non c’è più tempo. Il padre lo prende in braccio, lo fa salire con i piedi sulle spalle e si avvicina alla parete. Gli dà una spinta. Eli allunga le mani, si aggrappa al davanzale. Si tira su. È dentro. Le fiamme sono sempre più alte. Eli è paralizzato dalla paura, il cuore batte all’impazzata. Sente un pianto. Si scuote. Individua la culla. Si precipita dalla sorellina, la prende e torna alla finestra. Il padre gli fa segno di lasciarla andare. Eli esegue. La piccola atterra tra le braccia del genitore. È salva. Ma Eli è ancora dentro, e le fiamme sono sempre più vicine. Il fumo è insopportabile. Eli ha paura, ma si butta. Il papà lo prende al volo. In quel momento arrivano i vigili del fuoco. La famiglia si stringe in un abbraccio. Hanno perso tutto, ma sono vivi. I pompieri sono attorno a Eli. Non avevi paura? Certo, ma la mia sorellina aveva bisogno di me.

LA STORIA CONTINUA

Eli ha detto ai giornalisti che da grande gli piacerebbe diventare un vigile del fuoco.