fbpx

Lei è
Sam

amica

Lei è Sam. Vive a Sydney, in Australia. È sposata, ha tre figli, nuota, va in bici, fa surf, non sta ferma un attimo. È il 2013. Sam è in Thailandia. Si appoggia alla ringhiera di un balcone. Cosa succede? I suoi piedi si staccano da terra. Si ritrova nel vuoto. Guarda il marito, l’urlo le muore in gola. D’improvviso, il buio. Sam riapre gli occhi. È in ospedale. La ringhiera a cui era appoggiata ha ceduto, ha fatto un volo di diversi metri. La buona notizia è che è viva, quella brutta è che non camminerà mai più. Passano alcuni mesi. Dopo tanta riabilitazione Sam torna a casa. La famiglia le dice di farsi forza, la vita continua. Lei non ascolta. Odia quella maledetta sedia a rotelle. Si sente un peso per tutti, una madre e una moglie inutile. Si tappa in casa, non vuole più saperne di niente e di nessuno. Passa qualche settimana. Mamma, guarda cosa ho trovato! Noah, il più piccolo dei suoi figli le corre incontro, apre le mani. Una gazza? Era a terra, è ferita e non riesce a volare. Sam guarda quell’uccellino. È spacciato, proprio come lei, ma il figlio vuole tenerla a tutti i costi, ha già trovato il nome, Penguin. Passa un giorno. Il marito è al lavoro, i figli sono a scuola, chi si prende cura di Penguin? Sam vorrebbe starsene a letto e piangere, invece deve accudire una gazza. Tra veterinario, farmacia e supermercato, non ha un attimo di tregua. È così presa da quell’uccellino che non pensa ad altro. Penguin se ne sta appollaiata sulla sua spalla. Appena Sam si rattrista, le cinguetta nell’orecchio, le tira i capelli. Non le permette neanche di piangere in santa pace. Sam si irrita, ma poi finisce per riempirla di coccole. Si sente di nuovo utile, le è tornata una gran voglia di fare. Passano due anni. Sam ha smesso di piangersi addosso, ha ripreso a fare sport, partecipa ad alcune gare, è rinata. Anche Penguin ha recuperato le forze. È mattina. La gazza zampetta sulla sua spalla, le becca il collo, apre le ali e vola via. Non torna più. Sam la cerca per giorni, poi capisce. Penguin è tornata a volare libera, proprio come lei.

LA STORIA CONTINUA

Penguin era una di famiglia, Sam non l’ha mai tenuta in gabbia, la lasciava libera di girare per la casa. Ora Sam ha altri uccelli che le fanno compagnia, ma Penguin era speciale.